domenica 10 maggio 2009

Perchè nel weekend si dovrebbe pensare solo a bere ed a mangiare


Il caso, alle volte, sa essere potente. 
Venerdì sera, di solito, The_frog non sta a pensare alle cose serie. Di solito, o si è imbottita la pancia con una cena particolarmente ricca, o ha in mano una birra (o un altro alcolico a scelta), o è a ballare. Non di rado riesce anche ad arrangiare tutte e tre le cose contemporaneamente. 
Questo venerdì, però, a cena era da sola e prima di raggiungere la discoteca e l'agognata birra ascoltava distratta la tv. Mtv, Paris Hilton's my new best friend forever. Mh, già visto. Italia uno, La ruota della fortuna. No, grazie. Canale cinque, Striscia la notizia prima (no, grazie) e Iene poi (ancora no grazie, ad eccezione dell'intervista a Marco Carta, che è riuscito a non rispondere a 1) chi è il capo del governo 2) quando è stata la rivoluzione francese 3) chi è l'allenatore dell'inter 4) dire in inglese “ce la farò”, ma ha saputo rispondere con sicurezza a chi fosse il papa).
Insomma, The_frog faceva zapping, tra un cucchiaio e l'altro di zuppa (The_frog ama le zuppe, nda), ed è finita su La7, Tetris. Titolo della puntata: Il divorzio in Italia è un tabù?
Sono rimasta quindi impigliata nelle discussioni serie, ma nella mia ingenuità ho pensato che la discussione sarebbe finita lì. E invece no, mi sono bastati 30 secondi per cambiare idea. Intervento di Sgarbi che afferma (dopo aver detto la chiesa non ha il divorzio, ma ha l'annullamento; dopo aver detto se qualcuno pensa "potrei aver bisogno del divorzio" invalida automaticamente il matrimonio; dopo aver detto il costume cambia, la chiesa no perchè detiene i valori, che in quanto tali sono immutabili) che trent'anni fa non esistevano nè gay nè transgender, ma solo finocchi, e che non si sognavano nemmeno di chiedere diritti. Oggi, invece, sono una realtà così comune che (udite! udite!) non ha nemmeno senso confrontarcisi.
Beh, certo!
E' apparso poi Luxuria, a parlare di egoismo eterosessuale (mi diverte quando saltano fuori queste definizioni da sociologia), e quindi giù a cascata rappresentanti di PD, PDL, BLA, BLA BLA.
Insomma,che peccato non aver trovato Chef per un giorno con Claudia Pandolfi (fortuna che mi è capitata oggi, invece)!
[A rigor di logica anche questo post dovrebbe andare sotto Era meglio tacere, ma causa prologo lo promuovo ad Attualità.]

3 commenti:

Geco(l'amica della rana) ha detto...

quando ho visto la foto ho avuto paura che Claudia avesse detto qualche fesseria. fortuna che era solo quel fesso di sgarbi. quando sgarbi attacca, l'oggetto del suo sproloquio prende punti. è talmente sopra le righe che nemmeno il più reazionario dei presenti può prendere le sue difese. dovrebbe coniare qualche perla anche per noi donne però..perchè finocchia e culattona raccomandata non è appropriato.

cloe ha detto...

cito la frase di Groucho Marx:
"Trovo la televisione davvero molto istruttiva. Ogni volta che qualcuno mette in funzione l'apparecchio, me ne vado nell'altra stanza a leggere un libro"

claudia

Michele ha detto...

definizioni da sociologia. ah ah. quella la copio e la metto in tesi ok?