giovedì 23 aprile 2009

Imparare e nuotare e gustarsi il cibo tailandese

Se lei ha capito come fare, potete farlo anche voi.

L'altra sera, mentre girovagavo in rete cercando un modo economico per potermi tagliare i capelli una volta al mese ( risposta: parrucchieri cinesi) sono incappata in questo.
Ci ho perso parecchio tempo, perchè certe cose, a volte sembrano troppo belle per essere vere/troppo stupide per essere credibili. Alla fine ho capito che, noi lesbiche siamo una sorta di setta. Si, si, proprio così. Una folta coltre di fumo ci avvolge, e una volta tagliata questa misteriosa tenda con un coltellaccio, le etero fidanzate ma molto curiose mi sono sempre piaciute le ragazze ma sono femminile hihihihi guarda le mie extension, potranno sceglierci, scoparci, e tornare dal rispettivo fidanzato. Ma, c'è un grosso grosso ma che si frappone noi le sudette ragazze e un letto: i dubbi. Dubbi grossi, insormontabili, amletici dubbi : ma come si fa sesso con una donna?
Non so, ma io ho sempre pensato fosse un bel po' intuitivo. Magari perchè faccio parte della suddetta setta, ma davvero mi sembra intuitivo. Se ancora posso capire che ragionamenti stiano dietro tutte le menate delle ragazzine quattordicenni pressate dal ragazzo oh mio dio vuole fare sesso ma non so, la mia virtùùù, la mia veeeerginità, la mia purezzaaaa, qui no.
Se ti butti in piscina e non sai nuotare, magari non ti prodigherai in vasche su vasche in un impeccabile stile libero, ma almeno troverai un modo di galleggiare, no? Ecco, è la stessa cosa. La stes-sa.E poi, tutta questa retorica. come se davvero, le ragazze che fanno sesso con altre ragazze se ne vivessero in una sorta di zoo, o sotto un ponte, o in un ghetto, ammantate da una sorta di aurea attrai fanciulle su su vieni qui e sdraiati. Mica le puoi incontrate che so, sulla metro. In università, o in un locale. No no, ci devi andare a caccia, e stanarle: possibilmente su internet, possibilmente che somiglino a Shane, e che possibilmente non faccian storie se il tuo ragazzo di cui sei innamoratiiiiiiiisssima vuole stare a guardare,hhhihihi.
Ed ecco il perchè del paragone con il cibo tailandese: è da un po che vorrei provare una cucina asiatica che non sia quella giapponese, o cinese. Ho cercato un po'di locali, mi sono informata sui prezzi, sui piatti vegetariani. ma alla fine per pigrizia io e the frog andiamo sempre allo stesso , fidato giapponese. La verità è che sono spaventata di uscirne a stomaco vuoto e portafoglio altrettanto desolato. Che differenza c'è, fra il mio blaterale di tailandia e il sopracitato bla bla bla bla sesso far donne bla bla? Riconosco il mio habitus ,la mia pigrizia la mia fedeltà per il giapponese ume, ed ammetto che la paura nell'andare in un altro ristorante è tutta insita nel non trovare udon in brodo nel menù. Non me ne esco con uuuuuuh! non so come fare!Ma mi piacerebbe, eh, mi piacerebbe! sono anni che penso al cibo tailandese!

Detto questo, due cose:
Una, grazie JJ Abrams per l'ultima puntata di Fringe.

Due: io vi odio, installazioni del fuori salone in Statale e creativi al seguito.

11 commenti:

Michele ha detto...

ti odioooo mi hai spoilerato sul bacio!

etwas ha detto...

mi spiace, ling ling, ma io l'ho visto ieri notte! puntata meravigliosa a parte, non potevo non citarlo!

Anonimo ha detto...

ti odio anche ioooo nemmeno io l'avevo ancora vistaaa!!!

e cmq i parrucchieri cinesi sono il male pvinci, desistiii!!! e fidati di meeeah

Anonimo ha detto...

PS: vista la puntata.

se foste etere avreste postato il biondo con la cicatrice xkè è un fiiiigo assurdo *_*

etwas ha detto...

si? tagliano tanto male? perchè col ritmo di crescita della mia folta chioma la dovrei spuntare una volta al mese, e 30 euro ogni volta non li ho.

e poi: è uscita mercoledì mattina, la puntata, insomma! se siete ritardatari non è mica colpa mia!
il biondo era troppo caso umano per essere apprezzato.

Gerry ha detto...

http://www.spicerestaurants.com/
Quasi 100 euro in due (20 per il vino) spesi bene, il migliore di quelli provati a Milano. Cibo, servizio, atmosfera perfetti. Per festeggiare qualcosa. Non si esce con fame.

www.bussarakham.it - Via Valenza, 13, Milano (MI)
telefono: 0289422415
Almeno 40 euro a testa (con vino non con birra), i bagni più belli di MIlano. Il posto è bello, ma ha poca atmosfera. Con 40 euro assaggi (un po') di ottime cose, ma resta un po' di fame. Quindi: caro.

http://www.shambalamilano.it/
Fusion. Anche thai, ma è fusion. 50 a testa con vino. Tutto buono (dolce cioccolato e zenzero squisito), porzioni oneste. Costa tanto perché il posto è meraviglioso. Per un compleanno, non per un giovedì sera.

http://www.nu-pureasiancuisine.it/
Max 30 a testa (sempre vino, con la birra meno). Anche cinese e giapponese (caro). Almeno una volta al mese :D

Shangri-la
Via lazzaretto, 8
20124 - Milano (MI)
02.29510807
E' un cinese, con alcuni piatti Thai. Per farsi un'idea del Thai. 25 max a testa. Ma carino (sì, un po' pacchiano).

Ecco.

etwas ha detto...

grazie. ho già fatto dei passi avanti, venerdì ho pranzato al buffet asiatico, e non avevano udon

The Ant ha detto...

Ora... non vorrei dire, ma: a) non ho idea dic he bacio/serie/spoiling stiate parlando evvabbè; b) evviva tutta la cucina esotica ma non di questo parlava il post.
Io ci ho visto molto molto molto di più.
Domanda: perché una che non sa nuotare dovrebbe buttarsi in piscina?
Io ho un paio di risposte (che hanno a che fare - come la domanda - con la metafora usata nel post originale).
Vi va di parlare di questo?

the_frog ha detto...

Ma certo, sentiamo queste risposte ^^

etwas ha detto...

se guardi il (tristerrimo) forum del link, ci sono tante, troppe risposte. la mia è, fra le altre, il nuoto va di moda

Federica/p.a. ha detto...

Secondo me va di moda soprattutto su internet, perchè puoi farti una nuotata, o dire che ti piacerebbe tanto farla, o vedere due che nuotano, senza iscriverti in piscina.

Che ci sta, finchè hai 15-16 anni e sei insicura e spaventata. Se ne hai 30, però, è un po' squallido.