sabato 11 aprile 2009

E morì con un felafel in mano


Avrei dovuto scrivere la recensione di Imagine me and you, ma la verità è che prima di poterne scrivere, lo dovrei vedere tutto, dall'inizio alla fine. Perchè i film, a meno che io non mi porti al cinema a vederli, li guardo prima di dormire. Ed è questo l'effetto che mi fanno, mi fanno dormire.
L'ho visto Imagine me and you, ma sempre a spizzichi e bocconi, mai in maniera consequenziale. e non ho avuto il tempo di rivederlo.Quindi, la recensione di un film che invece conosco molto bene!
E morì con un felafel in mano.
Come da foto, non è questo un film prettamente "a tema", ma (forse proprio per questo?) è incredibilmente divertente, amabile, cinico, ha una meravigliosa colonna sonora, un copione che tiene dall'inzio alla fine, dei gran bei personaggi. C'è anche una storia lesbo, si, e il gran capo degli stereotipi dei personaggi gay cinematografici (perchè noi gay continuiamo a morire!)
E' tratto da un libro di John Birmingham, ma è uno dei rari, rarissimi casi in cui il film, stranamente, riesce ad essere migliore della carta stampata. Insomma, guardatelo!

3 commenti:

the_frog ha detto...

Io ora andare, si?

Anonimo ha detto...

me lo vedrò, grazie per il consiglio cinematografico...

attendo recensione di imagine me and you, già visto,ma necessito opinione di terzi


ju

The Ant ha detto...

Grazie (n°1) per questa recensione!