mercoledì 1 luglio 2009

Hic est quantum


Ogni tanto mi chiedo se un blog come questo ha senso. Perchè ci sono troppe sfaccetatture, per ogni singolo argomento, che alla fine diviene sfiancante. Che avrei dovuto aprirmi un blog di moda, in inglese, e lamentarmi dell'acquisto sbagliato di un jodhpur che ora non so abbinare , per fortuna costava poco. Che sono lesbica, e va bene, dato inconfutabile, ma ci sono giorni in in cui non mi va di "lavorarci sopra", che è solo una caratteristica in più, un dato di fatto. Come aver fatto troppi tatuaggi, o essere vegetariana: hic est quantum, e basta, c'è bisogno di scriverci attorno? Alla fine, cosa abbiamo in comune? Ci piacciono le donne, basta così. Null'altro. Non ho amiche lesbiche, nemmeno una. Non sono inserita nell'ambiente, nemmeno un po'. Non ci vado quasi mai nei locali, mettono musica brutta. Non lo so, non sono la persona più adatta. Forse se parlassi della logica boeliana sarei più ferrata, e io so poco o nulla di logica.
So che sembra arrogante, gnè gnè, sono meglio di voi. No: è come essere a una festa e tutti gli invitati sono vestiti di rosso, e voi invece che so, di blu. O magenta. Molto simile al rosso, ma non rosso,e quindi come vi sentite? Come calimero, è la mia risposta.
Insomma, ha senso perdurare un blog a tema, quando io a tema mi ci sento ben poco?
Bah, vado a fissare il mio jodhpur chiedendogli numi.

13 commenti:

Acrob4t ha detto...

Non è un discorso arrogante, non è essere snob, è essere una persona come le altre con tante sfaccettature, appunto. A che serve scervellarsi per tirare fuori argomenti a tematica gay quando puoi trattare di qualsiasi cosa tu voglia, come vuoi. Uscire fuori traccia a volte è indispensabile.

Anonimo ha detto...

Ha senso. Ha senso per tutte le persone come me che hanno bisogno di blog come questo.
Ha senso perché è il primo blog che visito quando mi connetto, tra il caffè e la posta da controllare.
E quando penso a quanti pochi blog trovo interessanti ultimamente, mi rendo conto che ne sono rimasti soltanto due che ancora mi appassionano. Mi dispiacerebbe perdere uno di questi ultimi due superstiti.

Io ho amiche lesbiche, dal cosiddetto ambiente sono uscita anni fa per stanchezza e noia, nei locali non mi va più di andarci e di solito io e la mia ragazza finiamo per passare il fine settimana a chiacchierare con le amiche di cui sopra, a vedere uno o più film, a goderci la reciproca compagnia.
Alla fine penso che ognuna di noi sia a tema a suo modo, o comunque svolga questo tema come meglio le riesce, tra i mille altri interessi e le cose da fare, vivere, pensare.
Io non sono mai quella vestita di rosso come tutti gli altri, praticamente in nessuna situazione... però ho imparato ad apprezzare la mia diversità, nei toni come nelle idee. E a darle voce.

Il jodhpur e l'informazione lesbica non possono convivere? Perché?
Mi manchereste, se domattina non vi trovassi più qui.

Michela ha detto...

Salve!!
Inizio con un'invito: NON CHIUDERE IL BLOG!!
Come hanno detto sopra è uno dei motivi per andar su internet e leggere qualcosa di interessante e intelligente!!
:) ciao!

Skin ha detto...

beh calimero era brutto e nero...non blu -.-!! cazzate a parte...beh la penso come l'anonimo che ha scritto poco sopra...tutto ha senso e tu sei una delle goccie che riempie il mio mare! (oddio troppo sdolcinata?)ma il senso è quello...il tuo blog ha senso...almeno per me :-)

The Ant ha detto...

Etwas... prima e meglio di me ti hanno spiegato QUANTO (bel) senso abbia questo blog.
A me piace assai. Poi, peccarità, fai tu...
Il vostro è un bel blog proprio perché lontano da certo stile "oratelospiegoiocomèilmondolesbico".
E' quindi il blog più A TEMA che io conosca, proprio perché "non ci lavori sopra". E' prima di tutto un racconto di ciò che accade e che vi/ci piace. E tanto basta, direi.

Quanto al tuo jodhpur (qualunque cosa sia)... non disperare: un giorno, dopo averlo abbandonato in un armadio (cassetto?), proprio quando non ci stavi pensando più e sei in giro per shopping pensando davvero a tutt'altro, TROVERAI ESATTAMENTE la cosa giusta da abbinarci. Incredibile, eh?!

Non dipende da te (se oggi qualunque cosa sembra NON andare bene con Mr.Jodhpur): è una delle infallibili leggi del caso (o caos, come vuoi tu)... E sì che sei TU quella che (grazie a quelle robe strane che studi) dovrebbe essere esperta di massimi e (quasi) inconoscibili sistemi...
:D

the_frog ha detto...

Non possiamo che essere contente per queste manifestazioni di fedeltà di lettrici, ma state pure tranquille, non si parla di chiudere il blog. E' solo che a volte è frustrante scrivere i post, sforzandoci di ignorare una strisciante sensazione di stupidità, e non avere delle reazioni, vedendo, su internet, che l'attenzione si concentra su altri argomenti, che non ci appartengono e non ci interessano. Insomma, partecipate un po' di più, i vostri commenti per noi sono come i nostri post per voi, è bello averne almeno uno al giorno che ci strappi un sorriso.

(the_frog dal computer di etwas, la vita senza internet prosegue)

Geco(l'amica della rana) ha detto...

lontano da certo stile "oratelospiegoiocomèilmondolesbico".

ahahah! non so come tu faccia, ma lo fai...

ger ha detto...

Coooosaaa!!??? Un blog di lesbiche? Oh mamma mia! E io che faccio adesso? Ci sono capitato per caso per seguire una notizia (vietato donare sangue se sei gay - eravate alla quarta o quinta pagina di Google) e ho continuato a leggervi e a prendere spunto per musica, film, libri... La "recensione" di Priscilla è puro genio, ti fa venire voglia di rivederlo. L'arringa (vera e propria) di Cynthia Dixon in piazza a New York è un'informazione che non ho trovato da altre parti. E le Hu Huh Her? E "Era meglio tacere"? E "2 volte genitori?"
Io trovo che scriviate, bene, delle cose intelligenti e divertenti. Hic est quantum.

The Ant ha detto...

The Frog... hai ragione.
Ci si lascia prendere un po' troppo dalla pigrizia. Commenteremo di più. E' una (specie di) promessa... :o(

Geco: lo so... anche tu su certe cose avrai avuto la stessa mia impressione, no? Non c'è bisogno di aggiungere molto altro...

Sono poche le cose che mi infastidiscono. Un po' per una certa atavica predisposizione alla tolleranza, un po' per autoimposta (e a volte eccessiva) apertura mentale... Ma LA SACCENZA mi disturba assai.
Forse perché è uno dei MIEI peggiori difetti...

Buona giornata, ragazze!!!

jessyshane ha detto...

Io vi leggo sempre! :) Il vostro blog è unico! Anche io mi unisco alla (specie di) promessa della Formichina! ;)

Federica/p.a. ha detto...

The Frog: hai ragione... è che quando si legge un bel post, cioè riflessioni intelligenti su un argomento intelligente, spesso si lascia un commento solo se si pensa di avere qualcosa di altrettanto interessante da dire. Per questo di fronte ad un bel post i vostri lettori spesso tacciono: perchè pensano. Ci ragioniamo su. E quindi, finiamo per commentare soprattutto le cose più comuni e un po' più scontate; siate certe, però, che chiunque segue questo blog lo fa per la sua originalità e per le caratteristiche che lo distinguono, appunto, dai soliti blog lesbici. ;)

UovoallaCoque ha detto...

Niente locali, due amiche lesbiche in rete, e niente rosso (al massimo abbinamento giallo/viola) : ohmmioddio, sono fuori dal tunnel pure io!

Un saluto,
Uovoallacoque.
(Che legge, ma commenta poco)

etwas ha detto...

rispondo solo ora perchè, inspiegabilmente, internet ci ha lasciate a piedi per giorni. Comunque: grazie. non voleva essere uno sfogo "gnè gnè sbatto i piedini per attirare l'attenzione, mi dite di non chiudere il mio eeeego ne esce rinfrancato e non chiudo (che al massimo, poi, non scrivevo più io, visto che il blog è a più firme)". ma ero davvero un po'frustrata. situazione che blog a parte permane,ma boh così. e commentate, anche solo per dire ciao, o :) o yeah! scrivere un post e trovare zero commenti, è deprimente.

per michele, che ci chiedeva di sugar rush in streaming (commento ad un latro post, ma qui è più facile/visibile):non lo so, non uso mai lo streaming. abbiamo usato um metodo più "tradizionale", vai su mininova e c'è tutto