mercoledì 20 gennaio 2010

A single man


Bellissimo. Dolorosamente, assolutamente bellissimo.
La regia è così perfetta da farti piangere. Le luci, la fotografia, i costumi, le musiche ,gli attori, la storia, tutto un pugno nello stomaco. Perfetto, questo è un film da distribuire nelle scuole (si, la mia campagna contro viola di mare non finirà mmmai. )

6 commenti:

Vio' ha detto...

Grazie Marta, un motivo in più per vederlo! ho visto da poco l'intervista a "Che tempo che fa" e mi aveva fatto una buonissima impressione!

Etwas ha detto...

ecco, io quell'intervista me la sono persa, devo recuperare. sto recuperando anche il libro da cui è tratto, giusto per fare il raffronto.

The Ant ha detto...

Julianne Moore. Una delle mie attrici preferite di sempre.
Sarebbe stata da sola un ottimo motivo per vedere il film. La tua 'recensione' non fa che spingermi ulteriormente verso la sala più vicina (ma quando, dannazione?). Grazie!

Piccola segnalazione OFF-TOPIC: avete visto su youtube "Emmatar"? Ben fatto, vale la pena guardare (sarà che qui nel Lazio siamo già in piena campagna elettorale!)

LaVero ha detto...

non vedo l'ora che arrivi a Dublino!

Etwas ha detto...

beata te che potrai sentire la versione orgininale! a milano solo e rigorosamante doppiato

ho visto an education, mi è piaciuto proprio tanto

Parole_alate ha detto...

Beh, il confronto con Viola di mare è proprio spietato! A single man è un film splendido, neanche lontanamente paragonabile alle evoluzioni erotiche della Solarino... e lo trovo anche più provocatore, se posso dirlo. Le uniche due volte in cui si parla di omosessualità in modo problematico (quando è disteso sul pavimento con Charley e quando parla agli studenti di Huxley e delle minoranze - oltre che naturalmente per via indiretta all'annuncio della morte del compagno) l'argomento è affrontato bene, in maniera intelligente e senza pedanteria.
Poi, certo, c'è altro, c'è questa regia che sembra calibrata al millimetro, e un Colin Firth assolutamente fantastico... e già mi piaceva un sacco!
Solo, accidenti a Lopez...