domenica 25 gennaio 2009

Caramelle vs Dio



Di domenica la metropolitana milanese dimezza considerevolamente le sue corse (almeno nella direzione che devo prendere io) e così capita che andare da una parte all'altra di Milano significa sincronizzare gli orologi, onde evitare aspettare mezz'ora al freddo seduti su panchine di granito (e vorrei un po' sapere chi gli ha detto che era una buona idea farle con quel materiale, sono gelate, GELATE, col freddo GELANO).
Quindi, quando oggi il treno è arrivato in stazione, tutto tappezzato con una pubblicità delle zigulì da un lato, e di un cioccolato ripieno dall'altro non ho pututo fare a meno di pensare agli "autobus atei", e a tutta la simpatica polemica che è montata tutt'intorno. Io non ho niente contro le zigulì, ne contro il cioccolato ripieno. Le zigulì le vedo sempre in farmacia, mi sembrano simpatiche.
Le mangiavo anche da bambina, ora non mi pare il caso d'aggiungere altre pasticche a quelle che già sono condannata a prendere. Il cioccolato ripieno mi piace, ma solo quello bianco con le nocciole. Tutto sommato, visto che non nutro ostilità ne verso le zigulì ne verso il cioccolato, ho preso la metro. Quando prendo un mezzo pubblico, mi interessa che:
  • non puzzi di piscio
  • il cappotto del vicino non strabordi sul mio sedile, ed il mio non strabordi sul suo
  • io riesca a sedermi
  • io riesca a leggere in santa pace una volta seduta
  • la gente faccia scendere prima di salire ( vi odio, vi odio voi trogloditi che ancora non avete imparato questa regola fondamentale)
Per cui, quando mi è capitato di sentire accorate voci d'accorati cristiani che lanciano accorati cori d'offesa ed indignazione per la possibilità che dagli autobus si levino empii strali d'ateismo, sono rimasta basita. Lo stupore non poteva che aumentare, perchè gli accorati cristiani proponevano, come segno di protesta, di non salire sull' "autobus ateo".
Ah! cicca cicca, noi non ci saliamo sul vostro autobus cattivo, cicca cicca! Noi ci abbiamo la verità in tasca, cicca cicca! Possiamo fare gli arroganti quanto ci pare, cicca cicca! Noi ci abbiamo ragione, e tu no, cicca cicca!
Nel vedere la metro zigulì stamane, non ho dunque potuto fare a meno di pensare: ma se ci fosse scritto, che so, "god si god, god is straight", io ci salirei su questa metro?
Si, perchè la prossima passa fra mezz'ora e io non ho il tempo di aspettare, si perchè sono carica di borse e voglio solo arrivare a casa, e si, perchè non sarà una metro a cambiare la mia opinione.
Per me dio non esiste e tanti saluti, che la metro mi dica il contrario o meno. E se per voi dio esiste, dovrebbe essere lo stesso, tanto di più che se fra il credere e il non credere avete scommesso, e avete scelto di credere, non sarà certo un pullmann a farvi cambiare idea. No?
E poi, CHE CAVOLO!, siete ovunque. Ovunque. O V U N Q U E.
Se, per una volta, viene veicolato un messaggio che non sia il vostro, accettatelo. Dovete, per forza, sentirvi offesi?
Dio, che noia!

4 commenti:

Geco(l'amica della rana) ha detto...

oh si, scrivi ancora, ti prego...

Anonimo ha detto...

finiti gli esami ( e manca poco, pochisssimo!) sarò libera, liiiiiibera ed allora rizierò a scrivere
etwas che non si è loggata, as usual

Anonimo ha detto...

bwahahah ke bello questo upp XD

LilithSChild ha detto...

Dato che oggi ho deciso che è una gg pigra a lavoro mi son messo a leggere i vecchi post del blog, e questo è fottutamente geniale.

Comunque c'è da dire che io adorerei la pubblicità delle galatine ... :P