martedì 9 marzo 2010

Gli etero sono proprio i migliori genitori possibili


La mattina ho bisogno di due cose per svegliarmi: cioccolato e musica. Altrimenti potete anche tentare quello che volete, ma rimarrò a fissare il vuoto per niente cosciente. La mattina, quindi, prima di andare a lavoro, mi somministro prima una tazza di latte col cioccolato (si, in fondo sono una bambina) e poi una ventina di minuti di musica on my way to work. Motivo per cui sul tram indosso delle enormi cuffie che solitamente sono anche isolanti. Motivo per cui di solito mi risparmio le illuminanti conversazioni che la gente si scambia alle nove del mattino. Ieri, però, non è andata così. Che fosse troppo basso il volume di Elvis che mi cantava nelle orecchie o troppo alto quello della sciura che mi parlava accanto non so, fatto sta che l'ho sentita lamentarsi perchè la scuola concedeva ai figli troppi giorni di vacanza, per Pasqua, imperdendole di mollarli ad una baby sitter e facendole saltare il suo agognato/ prenotato/ meritato soggiorno al mare.

Some parents!

3 commenti:

Barbara ha detto...

Dai. Se fosse stata una mamma lesbica, apriti cielo. Che schifo che schifo. Che schifo.

Geco(l'amica della rana) ha detto...

ahahah è la battaglia di civiltà storica di mia madre questa!!..c'è da dire che i bambini a volte sono da esaurimento nervoso, si può perdonare la sciura..però ha ragione Barbara, una mamma lesbica esaurita non potrebbe permettersi nemmeno questo sfogo

the_frog ha detto...

Ok l'esaurimento ma secondo me è proprio una reazione esagerata. Che poi se voleva proprio andarsene in vacanza poteva parcheggiare i figli dai nonni o che, non so quanto sarebbe stato più agibile una baby sitter per gli orari non scolastici o.O