venerdì 12 marzo 2010

Era meglio tacere


Fonte, queerblog

Vediamo un po': quando è uscito al cinema "le fate ignoranti" avrò avuto, mi pare, diciassette anni. Ricordo d'essere andata al cinema a vederlo, d'aver pensato hm si non è male, non ricordo sparate idiote da parte degli attori in merito a questioni gay. Sono anche andata al cinema, qualche anno dopo, a vedere "cuore sacro". Pessimo, stranamente non gay. Poi c'è stata "la finestra di fronte", in dvd. Non ricordo sparate gay. "Saturno contro" l'ho intravisto su Sky una domenica mattina metre cercavo di farmi passare l'emicrania da gin lemon, ricordo solo una grande querelle su Ambra che recitava, non mi pare ci siano state sparate gay.
Secondo me in questi giorni, in qualche ufficio romano, la povera addetta stampa di "mine vaganti" tira delle gran testate al muro. Prima Scarmarcio, poi Alessandro Preziosi, han dato fiato alle trombe uscendosene con certe cazzate sul mondo gay da farti venir voglia di boiccottare Ozpetk finchè non trova degli attori con un po' di buon senso.
Alessandro Preziosi in: anche io dico la mia sui matrimoni gay


Non siamo pronti. Dio solo sa come un uomo e una donna riescono a stare uniti sotto il sacro vincolo, figuriamoci due uomini. Avere la dimostrazione del contrario non mi piacerebbe

Ma che senso ha? Dov'è un senso logico? Dove??? Che diavolo ti dice il cervello?
Siccome tu hai avuto un po' di problemucci con la tua Vittoria Puccini, allora non ce nè per nessuno. Siccome a me, nonostante i ripetuti tentativi, i broccoli proprio non piacciono, sto pensando di farli ritirare dal mercato e farli sostituire dai pomodori verdi. Ti piacciano i broccoli? Cazzi tuoi. Io ho deciso che i broccoli puzzano, fanno shifo e quindi ti mangi pomodori. Verdi. Stessa cosa per la maionese,raus maionese. Senape per tutti. Schenll schenll gelato alla crema, esilio per te. Sostituito dalla liquirizia, senza pietà.
E senza autorità alcuna, senza buon senso, senza aver neache provato a dire una cosa intelligente.Non so perchè, ma lo facevo più serio.

24 commenti:

Michela ha detto...

non ho visto le fate ignoranti, ho intravisto cuore sacro(mi ha fatto schifo) ho visto la finestra di fronte (mi è piaciuto, ma perchè alla mezzogiorno la fanno sempre passare per un'isterica?) e adesso questo sinceramente...lo salto, anche perchè dopo un capolavoro come L'uomo che verrà avrò bisogno di rifletterci un pò su, su quest'italia, che verrà o no.
saluti

Etwas ha detto...

l'uomo che verrà vado a vederlo fra un paiod i settimane e mi aspetto grandi cose. domani invece ci vediamo chloè, ho moderate aspettative. io mine vaganti me lo vedo volentieri, ma dal mio divano

Geco(l'amica della rana) ha detto...

"Avere la dimostrazione del contrario non mi piacerebbe"

che buffa affermazione.. in pratica: "penso che 2 uomini non reggerebbero un matrimonio, ma non voglio essere smentito, perciò sono contro"..
"Era meglio", decisamente, non farsela scappare

Geco(l'amica della rana) ha detto...

ma poi questo tizio non aveva detto a vanity fair che i gay amano di più e palle varie?? non ricordo la frase esatta..

Vio' ha detto...

Sì Geco, nell'intervista al Vanity Fair Preziosi aveva detto un sacco di fesserie sugli uomini che riescono ad amarsi non-so-quanto-intensamente rispetto ad un uomo ed una donna ma erano solo una sfilza di luoghi comuni, quasi equiparabili a quelli sulle donne che si amano molto dolcemente.
Per quanto riguarda i sopracitati film, ho amato molto le Fate Ignoranti e Saturno Contro, trovato carino La Finestra di Fronte ed inguardabile Cuore Sacro. Nel nuovo film mi sembra di vedere l'atmosfera da film di Ozpetek che tanto mi piace e non vedo l'ora di godermelo al cinema!

In ogni caso povera Puccini, è così carina!

Barbara ha detto...

Della serie: non sapere né parlare né tacere...

Parole_alate ha detto...

Mi associo a Vio' e confesso che anche a me Ozpetek piace tanto. Non so perchè, sarà l'affetto verso le fate ignoranti che ho visto da preadolescente (e ancora inconsapevole del mondo gay), saranno le atmosfere che sa costruire... boh, fatto sta che abolisco il senso critico, con lui.
La dichiarazione di Preziosi non l'avevo sentita, però avevo visto l'intervista doppia con scamarcio in cui alla classica triade "unioni civili-matrimonio-adozione" preziosi risponde si, no, no e scamarcio si, si, no. E anche se a boicottare Ozpetek non ci ho nemmeno pensato, mi sono chiesta "ma non ce la fanno a mentire, almeno?"
Secondo voi cos'hanno in testa?

Geco(l'amica della rana) ha detto...

cos'hanno in testa...mah..purtroppo troppo poche informazioni.

Barbara ha detto...

No dai non è solo questione di informazioni... una personcina a modo si rende conto quando ha informazioni sufficienti per poter parlare e quando invece è il caso di tacere.

Nessuno dispone di tutto lo scibile e conoscibile, ma un conto è sapere le cose un conto ritenere di saperne abbastanza da poter aprire bocca senza dargli fiato.

Etwas ha detto...

la cosa che più mi fa saltare i nervi non è tanto il contenuto dell'affermazione (per me preziosi poteva pure dire "mi fanno schifo sti froci, ci farei un bel falò", che tanto la sua opinione per me ha la stessa lungimiranza di chiunque altro, avrei solo pensato poco furbo, con questo film in uscita...)ma la forma. la forma mi fa impazzire. la forma dell'enunciato offende la mia intelligenza. la conclusione non segue le premesse, e nonostante questo ha una forma pseudo sillogistica/perentoria che cerca di dare un'aria intelligente a una palese cazzata, quando è invece,chiaramente, un'inferenza non bona (Se A allora B. Non A. dunque non B. questa non è una forma logicamente accettabile)
per non parlare della fastidiosa abitudine, quando si parla di questioni eticamente sensibili, di subordinare una norma generale al giudizio personale "secondo me già un uomo e una donna fanno fatica, figuriamoci due uomini" dimenticandosi che il dato personale, sensibile, non può diventare regola per tutti (e per questo, quando si scelgono i giudici morali per le norme etiche, gli si chiede per prima cosa d'accantonare le conoscenze pregiudizievoli in merito.)
mo siccome a me non piacciono i broccoli, vanno ritirati dal mercato? stessa cosa.

Etwas ha detto...

e ho anche deciso che, d'ora in poi, ogni "era meglio tacere" oltre alla mia cazzata livorosa per le affermazioni che ci tocca sentire, conterrà la disamina logica delle affermazioni. giusto per dimostrare l'ampia portata della stupida affermazione medesima

Barbara ha detto...

"e ho anche deciso che, d'ora in poi, ogni "era meglio tacere" oltre alla mia cazzata livorosa per le affermazioni che ci tocca sentire, conterrà la disamina logica delle affermazioni"

ahahah buon lavoro... come dire, voglio riscrivere il codice civile... insomma una cosetta da niente. Comunque approvo e apprezzo e la cosa aumenterà le mie già frequenti visite.

Nei miei studi uni non ho mai sentito parlare di inferenza non bona; da noi, facoltà non umanistica, si parlava di condizioni necessarie e/o sufficienti, e chiaramente chi fa certe affermazioni non distingue tra i due tipi.

Per il resto, l'affermazione "avere la dimostrazione del contrario non mi piacerebbe" non è sbagliata dal punto di vista logico, ma è terrificante dal punto di vista morale; della serie, voglio continuare a pensarla così anche se la realtà è diversa, non voglio che la realtà mi dia torto". Processo a Galileo, anyone? Scontro secolare tra scienza e fede? C'è ancora qualcuno che ha dubbi sul fatto che l'Italia sia in fase pre-illuminista?

UovoallaCoque ha detto...

Il fattore "presenza scamarcio" ha fatto modo di tenermi lontana dalla visione cinematografica (così da evitare orde di ragazzette in calore) facendomi preferire "Alice in wonderland".
Ma c'è Serra Ylmaz in "Mine Vaganti"?

Etwas, col tuo discorso sulla forma mi hai fatto troppo venire in mente Reneè de "L'eleganza del Riccio"!

Vio' ha detto...

Ma povero Ozpetek!!! trovo che sia cinema di qualità ed in sala non ho mai trovato orde di ragazzine in calore nonostante la presenza dei vari Bova, Garko, Argentero, Accorsi!

La Ylmaz questa volta non c'è!

Etwas ha detto...

@ Barbara. eh, fra un esame e l'altro la filosofia diviene per me una nube indistinta e lontana,cerco di tenermi allenata e di non dimenticare una dei pochi esami effettivamente fruibili...
"condizioni necessarie e/o sufficienti" credo che più o meno, l'obbietivo sia il medesimo.
"voglio continuare a pensarla così anche se la realtà è diversa, non voglio che la realtà mi dia torto".
ecco, aberrante. ma poi, gli attori non dovevano imparare tanto tanto, da ogni loro personaggio? bah

@Uovo non lo so, ed è l'unica cosa che anche a me interessa sapere di mine vaganti!insomma, non è un film di Ozpetek se lei non c'è
non ho ancora letto l'eleganza del riccio, ma mi han detto che la protagonista s'interessava di filosofia, giusto?

Etwas ha detto...

nooo, come non c'è? non è giusto!
sabato mentre eravamo in coda per chloè i posti per mine vaganti si esaurivano in tempo zero. sala da 300 posti, via in mezz'ora. ti è piaciuto, viola?

Vio' ha detto...

Ehm..ammetto di non averlo ancora visto, andrò domani ;p

Etwas ha detto...

http://www.malvestite.net/2010/03/15/lequazione-dellironia-di-ferzan-ozpetek-cioe-vanzina-meno-il-bucio-di-culo-moltiplicato-per-litalia-sul-due-in-piu-la-metafora-coprofila-la-sincerita-nel-cinema-di-ferzan-ozpetek-finalmen/

Vio' ha detto...

Visto "mine vaganti" carino, piacevole e divertente ma nulla di esagerato. Ho riso davvero tanto e mi sono anche commossa ma non mi ha lasciato quella sensazione di felicità misto tristezza che mi lasciano quei film o libri che mi entrano dentro davvero. Saturno Contro era stato uno di quelli ad esempio.
Gli attori molto bravi, ad eccezione di Preziosi che ricordavo un cane ed un cane è rimasto.
Non lo definirei un film "a tema" né orientato alla sensibilizzazione degli spettatori e paradossalmente credo che sia un film che piace più agli etero che ai gay. Andatelo a vedere comunque, vi farete tante risate.
Consiglio: cercate di leggere il meno possibile sul film, io avevo letto troppo ed ho perso qualche possibile effetto-sorpresa!

Vio' ha detto...

Tra l'altro sto leggendo ora la recensione di "Le Malvestite" che hai postato lunedì. Sei matta?? Meno male che non l'ho letta!!!! "Come rovinarsi la visione di un film in 2 minuti!" Non si fa!!

Vio' ha detto...

E comunque quella recensione è orrenda!!!! (prima non avevo finito di leggerla)

Luna ha detto...

dopo la visione del film quoto appieno l'articolo linkato

da ozpetek mi aspettavo meno stereotipi e più sostanza

triste, triste, triste!

Vio' ha detto...

No, l'articolo linkato è eccessivamente critico. E' una commedia, sono stereotipi certo, non si può pretendere da una commedia di descrivere e rappresentare l'intera realtà omosessuale italiana. A parte che mi sembrava di stare a casa mia quindi saranno stereotipi ma neanche troppo esagerati. Finora Ozpetek ha trattato temi e situazioni un po' più tragiche (morti, malattie, tradimenti) questa volta il film è leggero! è vero da Ozpetek ci si aspettava di più ma non esageriamo, Vanzina no!!!

Geco(l'amica della rana) ha detto...

non capisco cosa ci sia di offensivo e volgare nella caratterizzazione degli amici gay del protagonista. Sono ragazzi rilassati e spensierati perchè in vacanza e soprattutto TRA LORO! ma davvero non conoscete ragazzi gay che "nel branco" senza dover dimostrare al mondo esterno di essere persone serie e responsabili, "scheccano" così e più di così?? I ragazzi gay non si prendono in giro a vicenda con l'uso del femminile o con battute a sfondo sessuale? Sono uguali alla maggioranza dei gay (serissimi quando c'è da essere seri, militanti di associazioni, universitari, colti) che ho conosciuto negli ultimi anni. Il film fa ridere e a me i Vanzina fanno pietà