giovedì 3 dicembre 2009

Where would you be without mummy?



Grazie Glamour, perchè sei sempre una garazia: risparmiando solo poche settimane, posso per mettermi gli abiti che proponi. M'informi che Vienna è la nuova meta privilegiata da gay e lesbiche, e noi stiamo giusto meditando da un po' di andarci. Mi offri spunti per i post, quando la cosa più lesbica che ho fatto questa settimana è stata mettermi una camicia a quadri (Tammy ti penso sempre) e comprarmi Gioia solo perchè c'era Natalie Portman in copertina. Con 2 euro e 20 mi offri Omosex "sono gay e faccio un figlio" (Glamour, se vuoi posso offrirti un titolo esotico per il prossimo numero: Omosex, "sono lesbica e porto i tacchi", i miei piedi oggi più che mai lo possono testimoniare). Sensazionalismo da copertina a parte, bisogna ammettere che l'articolo non è ne irrirtante, ne qualunquista, il che per gli articoli a sfondo sentimental/sessuale di Glamour è ben strano. Immancabile pareri dell'esperta/ piscologa/ terapeuta, e un paio di testimonianze, plus vari suggerimenti di letture per approfondire. Insomma, se siete lesbiche nulla di nuovo sotto il sole. Ma immaginatevi una lettrice clichè di Glamour, disinibita ma non troppo, modaiola ma con stile, amica dei gay ma solo di quelli con cui va a fare shopping, intenerita davanti ai cuccioli di gattino ma pronta a difendere, con le unghie e con i denti gl'innocenti pargoli dai famelici gay e dalle pelose lesbiche che li vogliono in adozione. Può sempre smuovere qualcosa, che so, sapere che i bambini non solo non crescono fan di Cher, ma addirittura bene. O che il terribile trauma di avere due mamme/due papà è una simpatica favoletta, tutt'alpiù i bambini crescono perfettamente sani, intelligenti, e in grado di difendersi dai compagni "normali."
Che poi, grazie alla trasmissione O', ho capito (questo quando Daniela Maiorca non era impegnata a promuovere spudoratamente Viola di Mare. Proiettarlo nelle scuole? Che, scherziamo, vero? Ieri ho visto Gran Torino. Quello, andrebbe proiettato nelle scuole. Adolescenti, continuate a guardarvi Skins che Naomily ha sicuramente molto di più da insegnarvi che un film che non parla di un amore sadico, ne masochista, che non parla dell'amore fra due donne, ma fra due "persone" ...) che se mai mi verrà la bizzarra idea di fare un bambino, ci vorranno tanti soldi. Ma tanti, davvero tanti tanti soldi. Così tanti soldi che faccio prima a ricomprarmi Vogue e risparmiare per l'esosissima haute couture tanto diligentemente proposta.

6 commenti:

The Ant ha detto...

Gran Torino: uno dei più bei film visti (da me e S. che eravamo alla fine sciolte in lacrime come nostro solito) negli ultimi due anni!

Questa tua frase, Etwas: "se mai mi verrà la bizzarra idea di fare un bambino, ci vorranno tanti soldi" èdannatamente vera. Io e lei rimandiamo da un pezzo ANCHE per questa ragione. Accettando un contratto a termine dietro l'altro per permettersi viaggio e clinica. Ma anche per 'mettere fieno in cascina' perché una delle due non potrà lavorare per un po'. E per le lesbiche precarie diventare mamme significa concedersi un lusso (ma puoi togliere la parola 'lesbiche' e funziona uguale).

Un abbraccio egrazie del bel post - al solito efficacissimo e divertente!

LaVero ha detto...

In Spagna l'inseminazione la passa la mutua. Sia per coppie gay che per single mothers.

Per usufruire della "seguridad social" (la mutua) in Spagna basta avere un contratto di lavoro. (anche a tempo determinato).

Poi ci sono naturalmente le liste d'attesa ma mai troppo lunghe.

In questi giorni ho scoperto l'esistenza di decine e decine di blogs di mamme spagnole! Un vero e proprio baby boom successivo alla legge sul matrimonio civile e alla corrispondente possibilita' per l'altra madre di adottare il bambino della compagna/moglie.

per chi capisce lo spagnolo lascio il link di uno di questi blog

http://dosfuturasmamis.blogspot.com/

sulla destra ci sono tutti i blog di quelle che ci stan provando.

quelle che al momento sono "incinte"

e quelle con famiglia!




Sono avanti anni luce.

Anonimo ha detto...

io avrei due quesiti:
1. non riesco assolutamente a scaricare viola di mare nè a guardarlo in streaming! il che significa che mi sto mangiando le mani visto che ne parlano tutti e muoio dalla voglia
2. ma una volta che FINALMENTE si è rimaste incinte, l'altra mamma in italia non è riconosciuta come tale? neanche avendo svolto le dovute pratiche legali all'estero?
grazie mille <3

Etwas ha detto...

1. effettivamente so che non è per nulla facile da reperire. però se hai la pazienza di aspettare un mesetto, credo lo si troverà da noleggiare (e quindi anche molto più facilmente in rete)
2.no, in nessun modo

Anonimo ha detto...

che tristi notizie....
in ogni caso mille grazie, stefy

Anonimo ha detto...

"Ma immaginatevi una lettrice clichè di Glamour, disinibita ma non troppo, modaiola ma con stile, amica dei gay ma solo di quelli con cui va a fare shopping, intenerita davanti ai cuccioli di gattino ma pronta a difendere, con le unghie e con i denti gl'innocenti pargoli dai famelici gay e dalle pelose lesbiche che li vogliono in adozione"
te finisci a fare markting :D
Fra