mercoledì 23 febbraio 2011

Oh, my, gay!


La qualità della foto è pessima, ma di più il mio ipod non può fare.

90210 è un telefilm stupidino che dopo avermi tenuto compagnia durante un raffreddore a giugno, mi tiene compagnia durante la palestra.
Se gli starnuti di giugno erano accompagnati dalla sottotrama lesbochic, (perrima) le corse sul tapis roulant sono accompagnate dalla sottotrama gay. Oh, my, gay!
Dopo il tentativo troppo politically correct per essere interessante del lesbochic, 90210 ha deciso di andarci giù pesante con la sottotrama gay: il bel macho del villaggio capisce che tutto quel rincorrere gonnelle era solo un alibi, si ubriaca, va a letto con il gay della scuola, rinnega il gay, esce di nascosto con il gay , gay gli dice io nell'armadio non ci torno, il bel macho del villaggio allora fa coming out (foto di cui sopra), gli amici gli vogliono bene comunque, il bel macho e il gay si lasciano in seguito a complicati casini e ricatti (è pur sempre un telefilm adolescenziale, deve scorrere del sangue ) il bel macho orami conclamato si trova un bel macho sportivo con cui uscire. Oh, my, gay!
Quando il bel macho del villaggio fa coming out gli amici gli fanno proprio quei discorsi carini che ognuno di noi vorrebbe sentire quando si decide a fare coming out, un punto per 90210.
Il macho del villaggio non esce con un ragazzo qualsiasi, esce con il gay della scuola: ballerino-attore-cantante out and proud insofferente ai tentennamenti del macho: si poteva fare di più, 90210.
Il macho del villaggio (anche se grande e grosso ed in realtà trentunenne) ha paura del bullismo omofobico: ben fatto, 90210.
Il macho del
villaggio teme la reazione dei genitori: sarà anche Beverly Hills, ma non son tutte rose e fiori (vedi sopra): mi sembra giusto, 90210
Il macho del villaggio e il gay si baciano molto più di quanto le due ragazzette del lesbochic non avessero lasciato intendere: e finalmente, 90210!
Il macho del
villaggio non sta sperimentando, non è una fase, non è innamorato della persona ma non del corpo o del corpo ma non della persona: il macho del villaggio è gay. G-a-y.

Insomma: se a infilare un paio di episodi "lesbochic" son bravi tutti, ad inserire una sottotrama gay con un minimo di spessore, intelligenza e consistenza no (o quanto meno, non sono poi tanti quelli che ci provano). Per la solita, vecchia trita e ritrita storia: ragazze che si baciano = yay! Ragazzi che si baciano = epic fail.
Quindi plauso a 90210 che, pur restando un telefilm pericolosamente in bilico fra il mediocre e lo sciocchino, ha sfornato proprio una cosa intelligente.

2 commenti:

Parole_alate ha detto...

Azzarderei una teoria: non è che è un telefilm pensato per ragazzine? Perchè alle ragazzine i gay piacciono un sacco, mentre le lesbiche meno... La dicotomia lesbiche = yey! / gay = epic fail vale soprattutto per le serie da adulti, secondo me.
(Ciò non toglie che una storia lgbt ben pensata sia una rarità, in qualunque telefilm, quindi onore al merito.)

("pericolosamente in bilico fra il mediocre e lo sciocchino"... :D)

Etwas ha detto...

si, è assolutamente un telefilm pensato per ragazzine. però la storia non è trattata come se fosse uno shonen ai, puro voyerismo. ha un po' di contenuto, anche il voler inserire il bullismo omofobico secondo me dimostra la volontà d'essere un po' più consistente.

: ) molto pù tendente allo sciocchino che al mediocre, ma ogni tanto ci vuole