martedì 7 dicembre 2010

Che confusione, sarà perché è natale

Fonte: Unità.

Sfida natalizia: provate un po' a trovare un senso a questa dichiarazione di Giovanardi sul Don't ask don't tell e sulla possiblità dei gay di far parte dell'esercito. In palio un cioccolatino dal mio calendario dell'avvento.

Concordo in pieno con le regole dell'esercito Usa. Non chiedere e non dire che sei gay. Perche' se uno e' omosessuale e' affare suo, ma se fa apertamente coming out non e' piu' affare suo, la sua omosessualita' diventa un manifesto politico. Penso che la sfera della sessualita' dovrebbe rimanere riservata, specialmente quando ci sono responsabilita' legate al combattimento non capisco cosa possa aggiungere il proclamare apertamente di essere eterosessuale o omosessuale. Credo sia giusto l'ordinamento dell'esercito americano dove e' severamente proibito praticare l'omosessualita'. Se un ufficiale o un soldato (anche etero) hanno un rapporto tra di loro vengono immediatamente radiati dall'esercito. Il modello americano che funziona e' quello del non chiedere e non rispondere, tu non esibisci la tua cosa e io non ti chiedo nulla. Non dico che un omosessuale conclamato sia inadatto all'esercito, io dico che un omosessuale puo' essere ed e' stato un grande politico, un grande imprenditore, un grande artista, ma questi lo sono stati per la loro intelligenza, non perche' hanno mai proclamato di essere gay. Concordo con l'ordinamento americano perche' credo che anche per un ufficiale italiano che cominciasse a praticare la poligamia o a tenere atteggiamenti non consoni alla divisa che indossa abbia qualche difficolta' a continuare a fare l'ufficiale. Se uno e' omosessuale e' affare suo, se diventa un militante di un movimento gay non e' piu' un affare suo, diventa un manifesto politico.

N.B. Non si imbroglia, va spiegato anche il balletto gay > etero > poligamo (io ci tengo ai miei cioccolatini).

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Giovanardi è un grande atleta. È così bravo a fare slalom, evitando sapientemente i paletti dell'intelligenza, che mi ricorda il grande sciatore italiano Alberto Tomba. E me lo ricorda anche (e soprattutto) per l'idiozia. Ma almeno Alberto Tomba non è mai stato ministro. Ha fatto qualche film di merda, certo, ma non gli si possono imputare più colpe di quelle imputabili a Michelle Hunziker.
Giovanardi, invece, è ministro e siccome il suo ministero è una specie di ectoplasma dedito al nulla, fa di tutto per ricordarci che assieme ad Alfano, Brunetta e Tremonti ci sia anche lui. E come ce lo ricorda? Cagandoci nelle orecchie come un Giulianone Ferrara qualunque alle prese col colera, con la differenza che il colera ti uccide, alla fine, mentre Giovanardi ti tiene sempre in vita, anche se attaccato ad una macchina, in modo che il supplizio delle sue stronzate boccali sia reiterato ad ogni intervista. Quando dico stronzate boccali, intendo proprio che la merda gli esce dalla bocca e che ciò che dice non viene partorito dal cervello, ma da un micro intestino nervoso dentro la sua ugola. Giovanardi è un "pro-vita" proprio per questo: pur avendo un elettroencefalogramma piatto, vive e fa il ministro, a differenza di quella disfattista lavativa di Eluana Englaro che si limitava solo a piagarsi a letto e a sbavare. Certo che a Berlusconi non gli si può rimproverare di non essere attento ai meno fortunati: Giovanardi è ministro, Brunetta è ministro e lo è persino Umberto Bossi, uno che, oltre a non poter ususfruire del cervello, dopo l'ictus, ha addirittura iniziato a far sentire meno a disagio tutti quei bambini delle elementari che si devono sorbire lunghe ore dal logopedista a cercare di dire uccellino invece che uzzellino. Bossi li riscatta, li fa sentire meno soli. Anche se questo non è necessariamente un bene. Insomma, sono l'unico a pensare che Bossi, quando parla, sembri un tubercolotico (giuro sull'esistenza di questa parola sui dizionari) impegnato a fare un pompino? Avete mai avuto una brutta tosse? Avete mai fatto un pompino? Avete mai avuto una brutta tosse mentre facevate un pompino? Provate ad avere la tosse, a fare un pompino e a parlare: penserete di essere diventati Bossi. Vi farete schifo e vomiterete. Ma ciò che è peggio è che nel vomito vedrete uno strano riflesso cupamente nefasto che lentamente prenderà sembianze umane. «Mio Dio! È Giovanardi!»

A. de' S.

Barbara ha detto...

da quando mi sono organizzata per soggiornare in Italia solo saltuariamente, o comunque non principalmente, mi è sparita tutta la rabbia per assurdità di questo genere. E' come se non mi appartenessero più, non mi nuocessero più. E non è cosa da poco!!!

Mi sembrava che anche voi aveste una mezza idea di stare all'estero, almeno per un po'? Mi ricordo male? Aspettate la fine degli esami? O avete trovate lavoro qui? Inutile dire che ve lo consiglio spassionatamente.

Barbara ha detto...

mi sono appena caduti gli occhi su questo bellissimo post che ritrae alcuni tra questi pericolossimi militanti: http://dossierjournal.com/blog/politics/proud-to-serve/

Dark Side of Pop ha detto...

Grazie come sempre, all the beauty!

Fantastico il commento sullo slalom.

angel ha detto...

trovare un senso alle parole di Giovanardi?
penso che i tuoi cioccolatini siano al sicuro...

OT: ma solo a me il titolo del post ha fatto venire in mente i Ricchi e Poveri? o era voluto? :oP

cescocesto ha detto...

io fino a metà pensavo di aver capito, poi mi sono perso, complice la consecutio temporum non proprio delle migliori.
e poi non ho capito cos'è un "omosessuale conclamato". ma forse sono io che sono ignorante.

Barbara ha detto...

forse intendeva "omosessuale acclamato". Oppure "reclamato", dal suo inconscio però.

Etwas ha detto...

@ Barbara: si avevamo una mezza idea di partire dopo la laurea, ma purtroppo nonostante gli esami sian finiti le cose si son un po' complicate, e quindi dovremo restare in italia ancora per un po'
a parte che non abbiamo ancora deciso come/dove/ a far cosa!
intanto io studio seriamente tedesco...

Anonimo ha detto...

Giovanardi non sa proprio di cosa parla! ma è possibile che in Parlamento ci vanno gli italiani più ignoranti...che tragedia!

torno a studiare va...
MK