lunedì 25 ottobre 2010

You're looking very Shane today


Photo credit: dorothy surrenders

True fact: mi sono vista tutta la prima (ed ultima?) stagione di The Real LWord. Nonostante avessi spergiurato che non sarei andata oltre la prima (orrrrrida) puntata, me lo sono vista proprio tutto. Beh, tutto tutto no. Spesso ho dormito. Diciamo che mi sono fatta un'idea abbastanza precisa della materia per poter comprendere i recap di Autostraddle.
True fact: ho visto la seconda puntata di Lip Service. Probabilmente vedrò anche la terza, la quarta, e così via. vorrei proprio potermi esimere, ma è più forte di me.
Comunque: scene di sesso nelle camere mortuarie a parte, non può che saltare all'occhio l'ovvio: hey Frankie, you're looking very Shane today. Così tanto very Shane today che forse c'è da considerarlo un tributo (anche se Ruta Gedmintas prima di divenire Shane era un'allampanata femminuccia), piuttosto che un'imitazione.
Digressione: la scorsa settimana ero a Berlino. Sapete quella battuta per cui è difficile distinguere una lesbica da una tedesca e viceversa? E' vera.Parecchie ragazze tedesche, magari anche a loro malgrado, incarnano perfettamente lo stereotipo della lesbica (no, e non sto parlando di calze e birkenstock). Un po' come la povera Kristen Stewart: magari non sarà una lesbica, sta di fatto che ci assomiglia proprio. E sta di fatto che Frankie assomiglia proprio a Shane. E quindi mi chiedo: hanno abbigliato Frankie a quel modo perchè rassomigliasse Shane, (in quanto personaggio) o hanno scelto quel particolare codice perchè è questo, in termine di marketing più ampio "quello che vogliamo"?
E intanto wikihow ci insegna come essere una lesbica di ogni ordine e grado.

PS: oggi è venticinque ottobre, giornata nazionale dello sbattezzo

9 commenti:

L ha detto...

sai che ti dico?
che la questione tedesca si allarga molto bene all'olanda. qui a Rotterdam la metà delle ragazze è tagliata come me- ciò mi confonde assai!
Fortuna che ho trovato l'ammore :)

Etwas ha detto...

l'ho visto il tuo nuovo taglio di capelli su facebook! approvo in pieno : )

the_frog ha detto...

e anche l'ammore ha lo stesso taglio di capelli? :)

Barbara ha detto...

beh ma non sarà che magari è l'Italia che come al solito fissa dei canoni - in questo caso di moda / abbigliamento - per categorizzare le persone?? Io all'estero ho notato che c'è anche meno differenza tra la moda maschile e la moda femminile, che invece in Italia sono due mondi lontani anni luce.

Insomma confusione tra generi, confusione tra orientamenti.

Etwas ha detto...

no, secondo me non è un problema italiano. almeno non in questo caso. è vero che all'estero i generi sono meno definiti (io a berlino ero vestita come gran parte dei ragazzi), ma secondo me i canoni estetici della "lesbica che non deve chiedere mai" sono internazionali. basta vedere tumblr, o la povera kristen stewart. se vuoi farti riconoscere in quanto lesbica sai come vestirti, se vuoi fare una shane sai cosa mettere addosso al personaggio. secondo me con abiti/ capelli diversi/ meno occhiaie non avrebbe reso allo stesso modo

Barbara ha detto...

Non volevo dire che è un problema 'solo' dell'Italia: anche i canoni della "donna etero" sono internazionali. Ma penso che da noi i cliché sono particolarmente apprezzati e applicati, e una etero ci pensa due volte prima di vestirsi come Kristen Stewart.

Al di là di tumblr, per quanto riguarda le persone che ho conosciuto personalmente e visto da vicino posso dire che anche in Spagna, Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Austria, Repubblica Ceca e Svizzera mi sembrano molto più rilassati sulla caratterizzazione di genere del modo di vestirsi. Oltre a Germania e Olanda. Invece in Francia e in parte anche Belgio mi sembrano più simili a noi. Ma la cosa non è generalizzabile perché si tratta di poche persone, solo quelle che ho conosciuto / visto io.

the_frog ha detto...

"e una etero ci pensa due volte prima di vestirsi come Kristen Stewart"

e, ma quello che vorrei capire io è perchè?
perchè gli abiti da stereotipo lesbico (che so, nel caso di Kristen jeans stretti, felpa, beanie eccetera...) non piacciono a chi "non ne condivide il lifestyle" come puro gusto estetico, o non vogliono essere additate come lesbiche?
quello che io vorrei capire in lip service è se hanno vestito così frankie perchè "è così che si veste una lesbica" o perchè "è così che si suppone possa piacere alle lesbiche"?

poi per la questione dell'italia così "settoriale" in ambito di abiti e generi, non so. a me capita di portare abiti "maschili" (e non sto parlando di camicie a quadri) ed ho amici che, senza arrivare alla gonna, indossano capi comprati nel reparto femminile.
forse sono fortunata, ma la mescolanza di generi di cui parli (ad esempio quella tedesca) la vivo in maniera abbastanza quotidiana (e forse è per questo che Berlino, gayamente parlando, non mi ha stupita più di tanto)

Etwas

Barbara ha detto...

ma perché il "puro gusto estetico" è un concetto individuale (è bello ciò che piace) mentre in Italia vige il pecorismo (è bello ciò che la cultura dominante definisce bello). La mia impressione è che ciò non sia separato dalla paura di essere additate come lesbiche, che almeno in alcuni dei paesi che ho citato non è più questo "big deal", e uno se la rischia anche. Se attacco un adesivo Apple sul motorino perché mi piacciono le mele bianche morsicate la gente penserà che io sia un aficionada apple? Probabilmente sì, ma sti cazzi. Se mi vesto da lesbica la gente penserà che sono lesbica? Probabilmente sì,e viste le probabili conseguenze meglio non rischiare.

Detto questo: alcuni dei miei amici più cari si vestono gender neutral (ad esempio un mio amico etero d'estate gira spesso in minigonna e una mia amica etero batterista si veste potrei dire da lesbica): ma è gente scelta dal mazzo in 15 anni di residenza romana... tutt'intorno il deserto.

Per dirti che anche a me, quando ero a Berlino quest'estate, sembrava di stare al Pigneto o al Circolo degli Artisti, magari a un concerto degli amichetti... ma appena esco un attimo dal ghetto ritorna il pecorismo. Probabilmente lavoro troppo o faccio il lavoro sbagliato, ma non riesco a ghettizzarmi come gli amichetti.

Marie ha detto...

Mi sa che la preferisco da femminuccia la FAKEshane. (ma è pure bionda. tsè. looser).